60mila firme per reintrodurre l’ educazione alla cittadinanza nelle scuole

(Sesto Potere) – Roma – 2 gennaio 2019 – Saranno consegnate e depositate ufficialmente venerdì 4 gennaio alle ore 12 alla Camera dei deputati le 60mila firme raccolte nei Comuni italiani a sostegno della proposta di legge popolare con cui si intende introdurre l’educazione alla cittadinanza come materia obbligatoria nelle scuole. La delegazione dell’Anci, che depositerà le firme, frutto della campagna condotta negli ultimi cinque mesi con il sostegno fondamentale di sindaci, amministratori locali, editori dei giornali, professori e studenti, sarà composta tra gli altri dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal segretario generale dell’Anci Veronica Nicotra.

Scopo della legge d’iniziativa popolare è reintrodurre l’Educazione alla cittadinanza come materia curricolare a sé stante nelle scuole di ogni ordine e grado.

Intanto, proprio in vista della consegna del 4 gennaio, tutti i sindaci sono invitati a far pervenire alla sede dell’Anci, non oltre la giornata di oggi, tutti i moduli delle firme raccolte e non saranno considerati validi quelli arrivati per posta elettronica.

“È un grande risultato collettivo: la prima spinta è arrivata dalla buona volontà dei sindaci e di tutti gli amministratori che si sono dati da fare; ma fondamentale è stato l’entusiasmo di categorie – editori dei giornali, professori, studenti, prima di tutto – e naturalmente dei cittadini che hanno fatto propria la campagna e hanno firmato da ogni angolo d’Italia”. Lo dice il presidente dell’Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro annunciando che la proposta di legge dei sindaci, appoggiata dalla rete di associazioni #ascuoladieroi, ha abbondantemente superato il numero minimo di firme necessarie.

classe scolastica

Rilevante è stato il contributo di #ascuoladieroi, una rete di 33 associazioni che lo scorso ottobre ha lanciato l’omonima campagna di comunicazione (www.ascuoladieroi.it), ideata dall’associazione di volontariato “Pensiero e Azione” di Forlì per promuovere la raccolta firme.

Ad oggi la rete è costituita da: ACLI Forlì-Cesena, AddioPizzo, ANPI Forlì-Cesena, Avvocato di Strada, Avviso Pubblico, AICS Emilia Romagna, Ass. Mazziniana Italiana, ARCI Forlì, Ass. Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato, Da Sud, Ass. Fratelli Spazzoli, Azione Cattolica Forlì-Cesena, CGIL Forlì, CISL Romagna, Con…tatto, Democrazia nelle Regole, Libera (Emilia Romagna e Palermo), Minerva Edizioni, Pensiero e Azione, Risorsa Cittadino, Sulle Regole, Sunset Comunicazione, Transparency International – Italia, UCIIM, UIL Forlì, UISP Forlì-Cesena, Movimento Federalista Europeo (Forlì), Genitori Attivi, L’Isola delle Idee, Consulta del Volontariato di Cervia, Ass. Genitori Gardone Riviera, Libas e Ass. Oltre.