Virginia Raggi sotto processo, Giulia Sarti (M5S): “In caso di condanna, le dimissioni sono un atto dovuto”

(Sesto Potere) – Rimini – 2 novembre 2018 – Il prossimo 10 novembre è attesa la sentenza del processo che vede imputata per falso la sindaca di Roma Virginia Raggi,  imputata per falso in atto pubblico. Avrebbe mentito nella sua relazione all’Anticorruzione del Comune di Roma riguardo il ruolo di Raffaele Marra (ex capo del personale del Comune ,  considerato molto vicino  alla stessa sindaca,  arrestato dai carabinieri con l’accusa di corruzione il 16 dicembre 2016) nella nomina del fratello Renato.  

sarti

Sulla vicenda   Raggi  interviene la parlamentare riminese del Movimento 5 Stelle,  Giulia Sarti, che  al microfono del giornalista Luca Sommi nel corso di “Punto esclamativo”, talk politico  prodotto da Loft, ogni mercoledì in diretta su Facebook , ha detto: “Abbiamo uno statuto che dice: ‘in caso di condanna in primo grado per determinati reati le dimissioni dall’incarico sono un atto dovuto’”.

Il giornalista in studio ha posto la domanda secca: “Se il 10 novembre dovesse essere condannata la sindaca di Roma Virginia Raggi cade la giunta?”. Per Giulia Sarti  non ci sono alternative: “Andrebbe tutto in mano ai garanti del M5S e poi la decisione verrebbe presa, ma sarebbe un atto dovuto, e un comportamento dovuto”.

Da parte sua   il sindaco di Roma, Virginia Raggi, in  un’intervista  a “PiazzaPulita” su La7, ha dichiarato che in caso di condanna non si dimetterà  ma si prenderà una settimana  per decidere.

Related News

Comments are closed