Violenza negli stadi: i dati

(Sesto Potere) – Roma – 13 febbraio 2018 – Aumentano gli spettatori delle partite della serie A di calcio ma aumentano anche denunce, arresti e soprattutto i feriti. La comparazione tra le ultime due stagioni fa emergere un andamento altalenante, a seconda delle categorie considerate. La serie A ha fatto registrare l’incremento più rilevante delle criticità, con un unico punto a favore costituito dalla ripresa della partecipazione di pubblico. La serie B si migliora in ogni indicatore, sebbene il trend non sembri ancora sistemico. La Lega Pro conferma gli stessi dati della scorsa stagione.

report violenza negli stadi

Si assiste, inoltre, ad una ripresa, seppur contenuta, di condotte delinquenziali/incivili sulle vie di trasporto.

Dal quadro d’insieme emerge la mancanza, tuttora, di una vera collaborazione delle Società calcistiche nella tutela dei profili legati alla sicurezza, fondamentale per compiere l’auspicato salto di qualità culturale.

Questi dati emergono dal report del girone di andata dei campionati professionistici di calcio, stagione 2017/2018, pubblicato dall’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive (Onms), disponibile per il download sul sito web www.osservatoriosport.interno.gov.it.

In serie A più spettatori, dunque, e anche tifosi in trasferta, con il riscontro che sono in ripresa i comportamenti incivili e delinquenziali di chi si mette in viaggio su treni e autostrade. Più partite con feriti (da 8 a 20), arresti (da 3 a 15) e denunce (da 80 a 215).

Migliore situazione in serie B, conferma dei dati della scorsa stagione per la Lega Pro.

Hellas-Ultras-Verona

Dall’altalenante quadro d’insieme l’Onms segnala tuttora la carenza di collaborazione delle Società calcistiche sui profili legati alla sicurezza, fondamentale per compiere il salto di qualità auspicato dal modello descritto nel Protocollo del 4 agosto 2017, firmato dal ministro dell’Interno, Federazione italiana giuoco calcio (Figc), ministro per lo Sport e Comitato olimpico nazionale (Coni), che prevede un’azione congiunta del mondo dello Sport e di quello delle istituzioni.

Il documento raffronta la stagione in corso e quella precedente, e in particolare contiene: dati sull’andamento dei gironi di andata dei campionati professionistici (A, B e Lega Pro); raffronto tra la stagione in corso con quella precedente, considerando che quella attuale conta 923 incontri e quella precedente 990; e raffronto dei dati esteso agli ultimi cinque gironi di andata.

Related News

Comments are closed