Turismo, l’Emilia Romagna guarda al mercato russo. Azione promozionale alla Mitt di Mosca

(Sesto Potere) – Bologna – 16 marzo 2018 – S’ è appena conclusa l’intensa tre giorni, del turismo emiliano romagnolo alla MITT – la Fiera del turismo  di Mosca, che ha visto oltre alla promozione turistica della nostra regione anche un importante momento commerciale, con  il workshop tra gli 11 operatori turistici emiliano romagnoli presenti a Mosca e una trentina di tour operator russi  terminata con una cena a buffet con prodotti tipici regionali di eccellenza.

emilia-romagna

L’obiettivo, dell’azione promozionale regionale in occasione della MITT, è stato quello di incrementare gli ottimi risultati 2017, con arrivi e presenze in aumento di due cifre.

Infatti, secondo i dati provvisori elaborati da Trademark Italia per l’Osservatorio sul Turismo dell’Emilia Romagna, nel 2017 in regione gli arrivi di turisti russi sono cresciuti del +25,3% (203.500) mentre le presenze del +19,7% (1.074.000).

Altrettanto buoni i dati 2017 degli aeroporti dell’Emilia Romagna, con lo scalo “Fellini” di Rimini che ha chiuso l’anno con un totale di 218.388 passeggeri russi (con un incremento del +31,05% rispetto all’anno precedente), mentre al “Marconi” di Bologna sono stati 155.366 i passeggeri totali dalla Russia (+19,2% rispetto al 2016).

Diversi i voli charter settimanali dalla Russia in arrivo al “Fellini”: sono 4 quelli invernali da Mosca mentre, con l’orario estivo, ci saranno 11 voli da Mosca, 6 da San Pietroburgo, uno da Krasnodar.

A Bologna, tutto l’anno, ci sono 2 voli di linea al giorno Aeroflot da Mosca Sheremetyevo, che diventeranno 3 al giorno a partire dal 13 luglio 2018. Sono poi sei le nuove destinazioni russe che, da aprile, saranno collegate al “Marconi” di Bologna con voli di linea diretti (il sabato con la compagnia aerea Ural): Mosca Domodedovo, Samara, Kazan, Ekaterinburg, Krasnodar e Rostov.

“L’Emilia-Romagna – ha affermato il Presidente della Regione Stefano Bonaccini – con le proprie eccellenze turistiche guarda al mercato russo convinta di avere le carte in regola per rispondere al meglio e con un ventaglio di proposte in grado di soddisfare tutte le esigenze. A partire dai nuovi pacchetti per la

città di mosca

Riviera romagnola, pensati in particolare per le famiglie. E poi le opportunità culturali, con le città d’arte e i prestigiosi festival musicali (come quello di Ravenna) che mettono a disposizione un patrimonio ricco di 112 teatri storici, 544 musei e oltre 44.000 opere esposte. Fino ai percorsi enogastronomici, con l’offerta di prodotti Igp e Dop più alta d’Europa (44 in tutto), gli itinerari della Motor Valley – con circuiti, i marchi più famosi nel mondo (Ferrari, Ducati, Lamborghini, Maserati, per citarne alcuni), i loro musei industriali e i luoghi della progettazione e produzione di auto e moto prestigiose che diventano luoghi visitabili per tutti, appassionati e non solo – e la Wellness Valley, il nostro distretto del benessere, con, fra l’altro, 23 centri termali.

E infine – conclude il Presidente Bonaccini – lo sport, con i 25 golf club e un ricco ventaglio di appuntamenti di caratura. Siamo quindi pronti ad accogliere nel migliore dei modi un turismo che continua a premiarci: nel 2017 i viaggiatori russi sono aumentanti del 25,3% per quanto riguarda gli arrivi e del 19,7% per le presenze. Numeri che contiamo di vedere aumentare ancora nei prossimi anni”.

Related News

Comments are closed