Terrorismo islamico, espulsi due immigrati nord africani

(Sesto Potere) – Roma – 29 gennaio 2018 – Terrorismo: il Viminale comunica che sono state eseguite   due espulsioni di altrettanti immigrati di origine Nord Africana per motivi di sicurezza dello Stato.

estremisti islamici

Si tratta della quarta e della quinta espulsione dall’inizio del 2018, mentre salgono a 242 quelle eseguite complessivamente dal 1° gennaio 2015 ad oggi e che riguardano soggetti gravitanti in ambienti dell’estremismo religioso islamista.Nel dettaglio, con un volo decollato il 26 gennaio dalla Frontiera aerea di Milano, una 46enne marocchina, residente nel comasco e moglie di un estremista egiziano  già arrestato dalla Digos di Milano per partecipazione a organizzazione terroristica, è stata espulsa per motivi di sicurezza dello Stato, con un provvedimento firmato dal ministro dell’Interno.

La donna – si legge in una nota del Ministero dell’interno – è emersa all’attenzione degli inquirenti nell’ambito dell’indagine condotta nei confronti dello stesso marito (che aveva combattuto tra i ranghi del 7° Battaglione Mujaheddin durante i conflitti in

espulsione miliziani isis

Bosnia degli anni Novanta) e del figlio, quest’ultimo inserito nella “lista consolidata” dei foreign terrorist fighters collegati all’Italia.

Sempre il  26 gennaio – spiega il Viminale – è stato espulso anche un 31enne immigrato egiziano, segnalato dal Dipartimento Affari Penitenziari, per attività di proselitismo islamico in chiave radicale nei confronti di altri detenuti, distribuendo proclami jihadisti che inneggiavano alla “conquista di Roma” da parte dell’autoproclamato stato islamico dell’Isis  ed alla sconfitta dei “nemici crociati”.

Related News

Comments are closed