Spiagge sicure, bilancio dei controlli

(Sesto Potere) – Rimini – 13 agosto 2018 – «Abbiamo imboccato la strada giusta». Lo ha dichiarato il ministro dell’Interno Matteo Salvini commentando i risultati al 9 agosto delle prime settimane di operatività del progetto “Spiagge sicure”, voluto dallo stesso ministro per supportare i sindaci italiani nel garantire un miglior controllo del territorio nel periodo estivo, in particolare contro contraffazione, commercio abusivo, illegalità nei comuni a spiccata vocazione turistica.

174 assunzioni a tempo determinato, quasi 9mila ore di lavoro straordinario sono alcuni tra i dati sull’utilizzo del fondo dedicato di circa 2 milioni e mezzo di euro al quale  – accade per la prima volta – i sindaci dei 54 comuni beneficiari hanno potuto accedere.

A questi numeri si aggiungono quelli “operativi” sui controlli, oltre 1000, che hanno protato a 1.154 contestazioni e al sequestro di più di 93mila beni sequestrati per un valore che supera i 602mila euro.

A Cesenatico sono stati sequestrati al 9 agosto un totale di 4.839 beni  ed a Gatteo 1.680 per un valore complessivo di 6.000,00 euro nel corso di 103 controlli effettuati ed altrettanti illeciti amministrativi e penali contestati.

Centinaia di controlli e migliaia di beni sequestrati al 9 agosto anche nelle altre località della costa emiliano-romagnola  a:  Cervia, Rimini, Bellaria Igea Marina, Cattolica e Riccione e lidi ferraresi.

Per un valore complessivo di beni sequestrati  di euro: 58.957,00   (Ferrara), 250 (Cervia) , 34.585,00 (Bellaria) , 11.400,00 (Cattolica) e 15.000,00 (Riccione).

«L’anno prossimo andrà ancora meglio» perché i sindaci hanno capito «che si fa sul serio» ha aggiunto il ministro, annunciando che gli interventi, dopo Ferragosto, saranno intensificati.

Related News

Comments are closed