Sicurezza e controllo del territorio, superlavoro per i carabinieri di Rimini

(Sesto Potere) – Rimini – 13 luglio 2018 – A Bellaria Igea Marina, i Carabinieri della locale  Stazione, impegnati in servizio di perlustrazione sul territorio, nell’ambito dei quotidiani controlli di pregiudicati, sorvegliati speciali e soggetti sottoposti a misure limitative della libertà personale, hanno tratto in arresto in flagranza del reato di evasione di un 58enne, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia ed in atto sottoposto al regime degli arresti domiciliari nell’ambito di un procedimento penale che lo vede imputato per il reato di detenzione e spaccio di stupefacenti.

carabinieri

In particolare i Carabinieri, recatisi presso l’abitazione dell’uomo, accertavano che lo stesso si era allontanato senza averne alcun titolo autorizzativo da parte dell’A.G.. I militari, pertanto, diramavano le ricerche ai servizi esterni, rintracciandolo poco dopo mentre si aggirava per le vie del paese.

Bloccato dagli operanti, l’uomo è stato condotto in caserma e, espletate le formalità di rito, è stato dichiarato in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo.
A seguito di udienza di convalida svoltasi ieri presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato ed all’uomo è stata applicata la misura degli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

In un’altra operazione, questa volta  a Rimini, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia, impegnati nell’ambito del quotidiano servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto in flagranza, per i reati di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, un 35/enne riminese, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

In particolare, numerose chiamate al numero di emergenza 112 avevano segnalato una persona molesta che si aggirava sul lungomare Murri infastidendo i passanti e gli avventori dei numerosi esercizi commerciali presenti. Giunti sul posto i militari individuavano il soggetto, in evidente stato di alterazione dovuto all’eccessiva assunzione di alcool, che, alla vista degli operanti, iniziava subito ad inveire nei loro confronti, proferendo frasi ingiuriose,

carabinieri rimini

minacciandoli ed assumendo un atteggiamento ostile, mostrando i pugni in segno di sfida.

I militari, pertanto, cercavano di instaurare un dialogo con l’uomo, invitandolo a tranquillizzarsi ed a seguirli per procedere ad un controllo di polizia. Dopo qualche attimo di tranquillità, in cui l’uomo seguiva i militari verso l’autovettura di servizio, la situazione degenerava con gesto repentino, si scagliava contro gli operanti, colpendoli con calci e pugni, venendo bloccato dopo una breve colluttazione.

Nonostante fosse stato immobilizzato, l’uomo continuava ad opporre resistenza, venendo a fatica caricato a bordo dell’autovettura di servizio per essere condotto in caserma. Ivi giunto, lo stesso perdurava nel suo atteggiamento ostile nei confronti dei militari, tentando di colpire chiunque gli passasse a tiro, inveendo e minacciando tutti i presenti in ufficio. Riportato alla calma, l’uomo veniva identificato e tratto in arresto.

Espletate le formalità di rito, lo stesso è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri di Rimini Principale in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Al termine dell’udienza di convalida, svoltasi ieri presso il Tribunale di Rimini, l’arresto è stato convalidato ed all’uomo gli è stata applicata la misura dell’obbligo di dimora nel comune di Rimini con il divieto di allontanarsi dalla propria abitazione tra le ore 20.00 alle ore 04.00 successive.

L’attenzione del Comando Compagnia Carabinieri di Rimini rimane alta e costante sull’intera giurisdizione di competenza al fine di fornire una risposta concreta ed incisiva alle legittime pretese di legalità avanzate dai cittadini.

Pertanto, l’arma annuncia che  continuerà con assiduità i servizi di prevenzione e contrasto svolti dall’Arma dei Carabinieri, affiancando alla capillare perlustrazione del territorio una continua e attività info-investigativa, contattando la cittadinanza al fine di acquisire quante più notizie utili per prevenire il ripetersi dei reati ed assicurare alla giustizia gli autori di quelli già perpetrati.

Related News

Comments are closed