Sicurezza ( 3 ) donna aggredita da straniero a Forlì. Ragni (Forza Italia): “Si adotti il Daspo Urbano”

(Sesto Potere) – Forlì – 16 settembre 2018 –  “Apprendiamo dalle agenzie che al Parco Urbano di Forlì s’è consumata sabato mattina l’ennesima aggressione. L’ennesima violenza. Questa volta ha avuto la peggio una donna che faceva jogging in uno dei viali della grande area verde. Senza motivazione alcuna,  uno straniero, un operaio polacco   residente a Forlì, l’ha  presa a calci e pugni.  Un’aggressione violentissima che ha fatto finire all’ospedale con diversi traumi  la donna, poi  dimessa con una prognosi di  10 giorni. L’uomo è stato individuato, denunciato,  indagato per lesioni personali ed è in attesa di processo. Ma questo ennesimo episodio di violenza incontrollata ci deve fare dire che così non si può più andare avanti a Forlì”:  scrive in una nota il capogruppo comunale e coordinatore  provinciale di Forza Italia, Fabrizio Ragni.

parco urbano ragni

“Periodicamente , al Parco Urbano registriamo episodi di spaccio di droga,  di risse o violenza a danno degli animali, adesso siamo passati alla violenza bruta alle aggressioni contro gli umani. E ancora una volta protagonista di questo caso di criminalità è  uno straniero. Un immigrato, seppure di un paese comunitario. I primi accertamenti svolti dai carabinieri hanno escluso ogni rapporto di conoscenza fra l’uomo e la donna,  dunque resta inspiegabile il movente dell’insano gesto. A maggior ragione diciamo che questo uomo,  che risulta  non soffra di problematiche psicologiche, non deve poter nuocere più ad alcuno …”: insiste Fabrizio Ragni.

Dunque , che fare?

Il  capogruppo comunale e coordinatore  provinciale di Forza Italia ricorda che – al di là del fatto che ancora “per ingiustificabile motivo e grave ritardo”  la giunta comunale   non ha adottato tutti gli strumenti possibili in capo al sindaco Davide Drei, dal decreto Minniti  in giù, per garantire maggiore sicurezza e controllo del territorio  – è già possibile sollecitare il  questore ad intervenire in modo rigoroso.

Come?

“Pur in assenza del regolamento di sicurezza urbana, atteso a giorni – aggiunge Ragni – , per il caso dell’aggressione al Parco Urbano, vista la  condotta aggressiva dell’immigrato e la pericolosità sociale e la possibilità che possa reiterare il reato: possiamo già  invitare il questore ad emettere un Daspo urbano, un ordine di allontanamento a tempo o perpetuo. C’è già un precedente, nell’ottobre  scorso, il questore Loretta Bignardi ha applicato per la prima volta a Forlì questo strumento   per tutelare un bar della zona della stazione che era stato preso come “base” da uno spacciatore di droga straniero, in quel caso un senegalese”.

“Insomma, visto che  ogni giorno si intensifica  il clima di illegalità a Forlì  ,  aumentano gli episodi di violenza nell’assenza di un sindaco ed una giunta comunale che non si indigna per questi episodi e continua a parlare di tolleranza ed accoglienza indiscriminata ,  chiediamo gesti adeguati direttamente alle forze dell’ordine. Gesti  forti, estremi pur nell’alveo della legge,  misure  che possano far dire ai forlivesi che la loro incolumità sia preservata, nella piena consapevolezza  che quando l’immigrato polacco che ha aggredito un’italiana al Parco urbano sarà processato, subirà   con tutta probabilità una condanna lieve e sarà libero, liberissimo, di reiterare i reati”: conclude  il capogruppo comunale e coordinatore  provinciale di Forza Italia, Fabrizio Ragni.

Related News

Comments are closed