Salute e imprese, a Bologna la 5^ edizione degli stati generali delle scienze della vita

(Sesto Potere) – Bologna – 10 ottobre 2018 – La medicina personalizzata, i big data e i trend d’investimento di un comparto che, oltre rappresentare il 10% del Pil italiano, è fondamentale per la crescita e la salute dell’uomo. Sono questi i temi principali che saranno affrontati nel corso degli stati generali delle scienze della vita, tre giorni di studio, confronto e riflessione per gli operatori del settore, i ricercatori, le imprese, le istituzioni e gli investitori di una filiera che in Italia riveste un ruolo strategico per la crescita e la competitività del Paese.

bologna

La quinta edizione di Meet in Italy for Life Sciences si aprirà il 10 ottobre con la conferenza “Investment trends in healthcare” e si concluderà il 12 ottobre a Bologna,  con il convegno internazionale “Digital Tansformation in medicine: average is dead!”  presso l’Opificio Golinelli (Via Paolo Nanni Costa 14). L’iniziativa realizzata dal Cluster scienze della vita, è organizzata dalla Regione Emilia-Romagna con il supporto di Aster.

Il settore delle life science, che comprende l’industria farmaceutica, quella biotecnologica e della produzione di dispositivi medici, è in rapida evoluzione: sono in corso importanti modifiche nella relazione medico-paziente e nelle aspettative di questi ultimi, oltre che nello stato di progressione della ricerca scientifica, con nuove scoperte e nuove molecole che vengono immesse sul mercato. La ricerca biofarmaceutica oggi è fortemente focalizzata sulla medicina di precisione e sulle terapie personalizzate.

Il summit è finanziato con fondi europei del Por Fesr 2014-2020 e si avvale della collaborazione di Enterprise Europe Network (la più grande rete nel mondo di supporto alle piccole e medie imprese, istituita dalla Commissione europea per sostenere innovazione e internazionalizzazione), presente in oltre 65 paesi, che organizzerà i brokerage event.

L’edizione 2018, che ha il patrocinio delle Regioni Campania, Lazio, Lombardia e Toscana, ospiterà anche la premiazione di Sprint 4 Ideas, la competizione per idee d’impresa innovativa nel settore dell’assistenza ai malati oncologici promossa dalla Fondazione Ant, che destinerà un contributo di 50 mila euro al primo classificato per lo sviluppo del progetto.

In continuità con le precedenti edizioni di Firenze, Milano, Roma e Torino, Meet In Italy for Life Sciences 2018 è organizzato secondo uno schema consolidato che ha visto negli anni crescere sempre di più le presenze: all’ultima

bologna

edizione di Torino hanno partecipato 350 organizzazioni, in rappresentanza di 31 Paesi, e sono stati organizzati circa 2000 incontri di matchmaking attraverso l’Enterprise Europe Network.

“Meet in Italy for Life Sciences, che quest’anno sarà a Bologna, si caratterizza sempre più come l’appuntamento fondamentale del comparto delle scienze della vita nel nostro Paese– afferma Diana Bracco, presidente del Cluster tecnologico nazionale scienze della vita Alisei– un settore che include comparti in grande crescita, come biotech, farmaceutica e biomedicale. Il Cluster Alisei sta diventando un grande motore dell’innovazione italiana nel settore delle scienze della vita, un catalizzatore di idee e un punto di raccordo tra ricerca e industria. Anche per questo il 19 luglio scorso, con il presidente del Cluster agrifood Luigi Scordamaglia abbiamo firmato un protocollo d’intesa creando l’intercluster salute, alimentazione e qualità della vita. Un’alleanza che contribuirà a consolidare il primato del Food & Drug italiano attraverso la ricerca e innovazione”.

Accanto alla Regione Emilia-Romagna in questa edizione, l’organizzazione di Meet in Italy for Life Sciences vede il coinvolgimento del Cluster tecnologico nazionale Alisei, di Aster, Assobiomedica, Assolombarda, BiopMed, Calabria Innova/Fincalabra, Cbm Distretto di biomedicina molecolare del Friuli Venezia Giulia, Chico (Lazio Cluster of health innovation and community), Cluster ER Health, Cluster Lombardo scienze della Vita, Cna Emilia-Romagna, Distretto toscano scienze della vita, Enea, Eurosportello (Camera di Commercio di Ravenna), Finlombarda, Innovhub, Istituto nazionale commercio estero, Lazio Innova, Unindustria Lazio, Unioncamere Emilia-Romagna.

Related News

Comments are closed