Mauro Antonini di CasaPound Italia

Roma: roghi tossici, Antonini (CasaPound Italia): “Istituzioni assenti. Pronti a presidiare autonomamente il territorio del IV Municipio”

(Sesto Potere) – Roma, 11 ottobre – Dopo il “nulla di fatto” ieri in commissione parlamentare , in audizione il prefetto di Roma sul grave problema dei roghi tossici , Mauro Antonini, responsabile per il Lazio di CasaPound Italia, commenta: “Evidentemente questo dramma sanitario e ambientale non sembra impensierire le istituzioni della Capitale. Allora, in un territorio martoriato come quello del IV Municipio, saranno direttamente i cittadini a organizzarsi tramite associazioni e comitati di vario genere”. Tra questi anhche  ‘La Salamandra’ , nucleo di protezione civile, coordinato proprio da Mauro Antonini.

Mauro Antonini di CasaPound Italia

Mauro Antonini di CasaPound Italia

“L’ignavia della politica italiana non conosce limiti” – dichiara Antonini. “Al diavolo se a rimetterci sono i cittadini e la loro salute – continua il responsabile per il Lazio di CasaPound Italia – pazienza se il IV Municipio è noto per essersi ormai trasformato nella Terra dei Fuochi romana. Come ha sottolineato ieri  Paolo Di Giovine, presidente dell’Associazione IV Municipio Case Rosse e Responsabile del Coordinamento delle Associazioni Roma Est, governo e istituzioni locali minimizzano il problema, in barba ai moniti dell’Unione Europea che recentemente ha bacchettato l’Italia per quanto concerne roghi tossici, rifiuti e il loro smaltimento. Se poi si aggiunge che i Rom sono stati addirittura assolti dalle accuse – più che fondate – che li vogliono come i responsabili primari dei roghi, il quadro è completo”.

“Raccogliamo l’appello lanciato da Paolo Di Giovine e rilanciamo – conclude Mauro  Antonini – offrendo già dalla prossima settimana dei turni per presidiare ed eventualmente segnalare problemi nelle zone attigue ai campi Rom di Salone e Salviati grazie ai numerosi cittadini che ci seguono e al nostro nucleo di protezione civile ‘La Salamandra’. Contro l’immobilismo di chi ci governa, abbiamo il dovere di contrastare in prima persona fenomeni nocivi – per la nostra salute e per il nostro territorio – come quello dei roghi tossici”.

Related News

Comments are closed