Roghi tossici, blitz al campo nomadi di via di Salone a Roma, 4 persone arrestate e 19 indagate

(Sesto Potere) – Roma – 30 luglio 2018 – Vasta operazione, questa mattina,   della Polizia di Roma Capitale all’interno del campo nomadi di via di Salone. E’ l’atto finale di un’indagine che ha preso avvio  nel febbraio 2017  coordinata dal  Sostituto Procuratore  di Roma Desirè di Gironimo e del Procuratore Aggiunto Nunzia D’Elia. Dirette sul posto  dal Comandante Generale del corpo Antonio Di Maggio. Il primo bilancio della retata è di quattro persone arrestate ad altre diciannove finite nel registro degli indagati.

campo rom e paolo di giovine

Le accuse vanno a vario titolo dal traffico ed allo smaltimento illecito dei rifiuti ai reati ambientali  collegati all’attività di questo sodalizio criminale che si occupava di stoccare, incendiare e smaltire rifiuti, anche speciali (per esempio: fusti di olii esausti e solventi o prodotti chimici)  che in alcuni casi erano prodotti da industrie italiane che sceglievano la via dello smaltimento abusivo.

Al riguardo sono stati   sequestrati i furgoni  utilizzati per questo trasporto illegale.

La prova provata che all’interno dei campi nomadi, per primo quello di via di Salone, era ordinaria la pratica quotidiana dei   roghi tossici.

Il presidente dell’Associazione IV Municipio Case Rosse e responsabile del Care-Coordinamento Associazioni Roma Est , Paolo Di Giovine, commenta positivamente questa operazione ed esprime la massima soddisfazione

Paolo di Giovine, Franco Pirina e Stefano Monaco

sottolineando l’importante lavoro svolto dalle Forze dell’ordine ed i provvedimenti di oggi che si sommano alla prima misura restrittiva che aveva proibito l’accesso agli automezzi al campo rom.

“Finalmente si sta muovendo qualcosa, ci complimentiamo a nome di tutta la cittadinanza con la Polizia di Roma Capitale che ha portato a buon fine l’inchiesta avviata della procura. Adesso, attendiamo che si proceda anche al controllo massiccio delle attività che  si svolgono negli altri campi nomadi della capitale dove, a detta dei cittadini che abitano nelle aree limitrofe, vi è la certezza   attività illeciti dello stesso tipo sono all’ordine del giorno da anni “:

commentano  Paolo Di  Giovine, Stefano Monaco, Franco Pirina Guerriero Latini, rispettivamente:  presidente Associazione IV Municipio Case Rosse  e responsabile Coordinamento Associazioni Roma Est;  presidente dell’Associazione Roma Civitas Opus,  presidente dell’Associazione C.A.O.P. E e , presidente del Comitato di quartiere Statuario Capannelle.

Related News

Comments are closed