Rimini, l’ Agenzia del Territorio chiede agli operatori balneari il pagamento dell’Imu anche sugli ombrelloni

(Sesto Potere) –  Rimini – 9 novembre 2018 – Il riminese Giorgio Mussoni, decano dei bagnini e presidente nazionale di Oasi Confartigianato, ha lanciato l’allarme per primo, nel corso del programma ‘Uno, nessuno, 100Milan’ a  Radio24: “l’ Agenzia del Territorio riminese ci vorrebbe far pagare l’Imu  sugli ombrelloni”.

Tecnicamente l’ Agenzia del Territorio riminese starebbe svolgendo accertamenti sulle denunce dei valori degli immobili degli operatori balneari  applicando – ha spiegato Giorgio Mussoni –  “una sorta di maggiorazione ricavata da una fantomatica area destinata ad ombreggio”, con un aumento della rendita catastale, che produce un automatico ritocco  dell’Imu, nella misura di 35 euro ogni 10 metri quadrati coperti da ombrelloni.

L’Agenzia delle Entrate ha spiegato che “le rettifiche di rendita catastale si sono rese necessarie poiché le dichiarazioni catastali presentate dai concessionari balneari assegnavano, ai fini del calcolo Imu sulla rendita degli stabilimenti balneari, un valore ai soli immobili – corpi di fabbrica (ovvero: cabine,  bar,  docce e altri locali, ndr), omettendo completamente la valutazione dell’area scoperta di spiaggia, ovvero l’arenile, che avrebbe  una potenzialità oltre che funzionale anche reddituale”.

L’assessore regionale a Turismo e commercio, Andrea Corsini, appresa  la notizia , ha commentato: “Chiederò

spiaggia

immediatamente un incontro alla Direzione regionale dell’Agenzia delle entrate per capire il perché di questa riscossione”.

“Sembra una situazione anomala e davvero strana- sottolinea l’assessore Corsini – che, almeno all’apparenza, non ha alcuna giustificazione visto, peraltro, che si paga solo a Rimini. Questa riscossione non va nella direzione intrapresa dalla Regione e dai territori, quella di investire nel turismo, comparto fondamentale per la crescita dell’economia regionale, in collaborazione con gli operatori privati”.

Proprio per la riqualificazione degli spazi urbani nelle città costiere e degli stessi stabilimenti balneari la Regione  ha deciso di stanziare 20 milioni di euro .

Related News

Comments are closed