emilia-romagna

Più autonomia all’Emilia-Romagna, via al confronto in assemblea legislativa regionale

(Sesto Potere) – Bologna – 13 settembre 2017 – E’ partito il confronto con in Assemblea legislativa regionale sulla proposta della Giunta regionale per ottenere maggiore autonomia legislativa e amministrativa per l’Emilia-Romagna.

emilia-romagna

emilia-romagna

Questo attraverso l’applicazione della Costituzione che all’articolo 116 consente l’attribuzione alle Regioni a statuto ordinario di ulteriori “forme e condizioni particolari di autonomia” attraverso una legge dello Stato approvata a maggioranza assoluta, sulla base di un’intesa fra il Governo e la Regione interessata.

Dunque, maggiori competenze per la gestione diretta e con risorse certedi materie fondamentali per crescita e sviluppo nell’ambito di quattro materie: lavoro e formazione; imprese, ricerca e sviluppo; sanità; governo del territorio e ambiente.

L’avvio ieri pomeriggio con l’illustrazione delle linee guida del progetto della Giunta alla I Commissione Bilancio, Affari generali e istituzionali da parte del presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e dell’assessore al Bilancio, Organizzazione e riordino istituzionale, Emma Petitti.

palazzo regione

palazzo regione

“Auspichiamo una ampia e larga condivisione della proposta che abbiamo messo in campo, anche nelle naturali differenze politiche- ha affermato il presidente Bonaccini-. Condivisione che rafforzerebbe la possibilità di completare con successo il percorso avviato. Siamo convinti e vogliamo provare a tagliare il traguardo prima che finisca la legislatura nazionale”, ha sottolineato.

“Ci stiamo confrontando anche con parti sociali, territori, associazioni- spiega l’assessore Petitti– per arrivare al tavolo del Governo con una proposta che sia quella dell’intera società regionale. Intendiamo fare bene, senza ovviamente comprimere gli spazi di confronto istituzionali”.

Nei giorni scorsi (il 5 settembre 2017)  è stata approvata da parte della Commisione  Bilancio, affari generali e istituzionali  la richiesta avanzata da M5s e Ln con due progetti di legge di modificare lo Statuto della Regione per consentire all’Assemblea legislativa, con maggioranza qualificata, di indire referendum consultivi in tema di autonomia Regionalale.

Secondo i consiglieri 5stelle e leghisti, la legittimazione per potenziare l’autonomia della  Regione Emilia-Romagna non può che passare attraverso un referendum consultivo e solo in caso di esito positivo, grazie al manifesto consenso dei cittadini, il presidente Bonaccini avrà piena forza politica e istituzionale per chiedere allo Stato l’attribuzione di ulteriori forme e condizioni particolari di autonomia, con il trasferimento delle relative risorse.

Nei prossimi giorni la discussione proseguirà nelle diverse commissioni consiliari, prima dell’approdo del confronto nell’Aula dell’Assemblea legislativa.

Sul portale istituzionale della Regione, è on line una sezione dedicata al progetto (http://www.regione.emilia-romagna.it/autonomiaer), con anche video, slide, documenti.

Related News

Comments are closed