strada romana modena

Modena, 30mila euro per la zona archeologica all’aperto del parco Novi Sad

(Sesto Potere) – Modena – 11 agosto 2017 – Ripulitura e ripristino dei mattoni nelle due vasche (rettangolare e circolare) già oggetto di atti vandalici, pulizia dell’area e della segnaletica, sostituzione con copie di due cippi e rimozione, pulizia, riparazione e fissaggio di due stele, copie di originali romani. Insieme alla pulizia e al consolidamento dell’antica strada romana in basolato e altri interventi sono questi i principali lavori di manutenzione dell’area archeologica all’aperto Novi Ark, al centro del parco Novi Sad di Modena.

strada romana modena

strada romana modena

Gli interventi, deliberati dalla Giunta e autorizzati dalla Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Bologna, sono stati finanziati con 30 mila euro dal Comune e programmati dal settore Lavori Pubblici in accordo con la direzione dei Musei civici.

Inizieranno entro la fine di agosto e termineranno in tempo per lo svolgimento di alcuni degli appuntamenti e rievocazioni storiche di Mutina Boica. Iniziative che, nel 2017, rientrano nel più ampio programma di celebrazioni per i 2.200 anni di fondazione di Mutina romana sulla via Emilia, che culmineranno in novembre con la grande mostra “Mutina splendidissima” allestita nell’adiacente Foro Boario.

L’intervento sulla strada romana, riportata in superficie esattamente dov’era ai tempi di Mutina, prevede la pulizia dell’area stradale con la rimozione di tutti i detriti presenti attualmente sulla superficie in basolato, e nella stesura localizzata sulla superficie stradale, dove manca, di uno strato di inerte simile in tutto a quelli preesistenti, che servirà a tamponare le parti sprovviste e a preservare il sottofondo.

I lavori sulle vasche consistono, invece, nel recupero dei mattoni non rotti facenti parte del muro smossi durante gli atti vandalici, nella rimozione dei detriti all’interno della vasca circolare, nella pulizia accurata di tutti i reperti smossi e dello strato di muratura della vasca, ancora in buone condizioni, nel rimontaggio dei mattoni integri precedentemente recuperati e nel fissaggio di quelli smossi, con malta a base di calce a perfetta imitazione di quella utilizzata per il loro primo assemblaggio.

A questi interventi si aggiunge un trattamento biocida con disinfestazione da alghe, muschi e licheni, e un trattamento erbicida sulla pavimentazione interna in acciottolato.

Dopo il lavaggio della superficie si procederà con stuccatura accurata delle fughe e tonalizzazione con acqua e terre naturali delle parti nuove come quelle già in essere, per stendere poi una protezione finale. L’intervento si conclude con posa di lapillo di copertura dello strato di tessuto non tessuto nelle porzioni a vista del perimetro esterno della vasca e nella pulizia accurata della pavimentazione interna e la sistemazione del ghiaino, con caratteristiche simili all’esistente.

Related News

Comments are closed