lavoro del futuro

Mercato del lavoro. L’offerta, secondo Infojobs cresce in Emilia-Romagna (è al 14,3%)

(Sesto Potere) – Roma – 10 aprile 2017 – Anche nel corso del 2016 le imprese italiane hanno proseguito i piani di assunzione iniziati negli anni precedenti, seppure con un rallentamento rispetto ad un 2015 probabilmente favorito dal Jobs Act. Secondo l’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2016, il numero degli annunci è aumentato del 10,4% rispetto al 2015, confermando il trend positivo di InfoJobs che vede un tasso di crescita medio delle offerte del 23% negli ultimi 3 anni.

cerco_lavoro

cerco_lavoro

Qual è il settore più richiesto? Prima in classifica la consulenza manageriale
Secondo la ricerca dell’Osservatorio InfoJobs, il settore più rilevante per numero di offerte di lavoro è quello della Consulenza manageriale e revisione, che arriva a rappresentare il 19,3% del totale delle offerte di lavoro del 2016. A seguire, due settori che hanno trainato la crescita del mercato del recruitment digitale, ovvero quello ICT, con una quota del 18,3% e un aumento degli annunci del +7,2% rispetto al 2015, e delle Telecomunicazioni, che mantiene un peso del 12,5% ma registra un calo delle offerte del 5,4% rispetto al 2015.

On top a una forte connotazione tecnologica che segue le richieste professionali delle aziende e la spinta verso il digitale nella ricerca dei professionisti, è importante evidenziare come il settore della Grande Distribuzione (10,4%) e quello di PR ed eventi (5,6%) rivestano un peso importante con numerose posizioni aperte.

Chiudono infine la top 10 le attività legate ai Servizi ambientali (4%), che risulta essere anche la categoria più dinamica in questi 3 anni, al Marketing e pubblicità (3,5%), anche se in calo, ai Servizi finanziari (3,1%), ad Hotellerie e ristorazione (2,5%) e alla Sanità (1,9%).

Tra le categorie professionali più ricercate, al primo posto si trova ancora il Manifatturiero, produzione e qualità con il 22,8% delle offerte totali, in crescita del +18% rispetto al 2015, seguito da Vendite che, nonostante sia la categoria con la crescita più limitata negli ultimi 3 anni, mantiene la seconda posizione della classifica tra le categorie professionali più ambite con l’11,5% delle offerte pubblicate su InfoJobs. Tra le prime cinque posizioni si trovano anche Amministrazione e contabilità (9%), Commercio al dettaglio, GDO e retail (8,8%), che supera ICT e telecomunicazioni ferma all’8,3%. Seguono quindi Acquisti, logistica e magazzino (5,1%), Ingegneria (5%), Turismo e ristorazione (4,3%), Marketing e comunicazione (4,1%), mentre chiude la Top 10 Customer Care con una quota del 3,3% del totale delle offerte di lavoro pubblicate sulla piattaforma InfoJobs.

offerta lavoro

offerta lavoro

Come sono distribuite le offerte sul nostro territorio? La Lombardia è la regina d’Italia

Secondo l’Osservatorio InfoJobs sul Mercato del Lavoro 2016, le offerte in Italia sono cresciute mediamente del 23% negli ultimi 3 anni, con un 2016 che rallenta (+10,7%) rispetto ad un 2015 probabilmente trainato dalla riforma del diritto del lavoro. La Consulenza manageriale è la categoria più rilevante del 2016 (19,3% delle offerte nazionali) ed i Servizi ambientali quella più dinamica dal 2014 ad oggi. La Lombardia rimane la regione con più offerte di lavoro attive nel 2016 (33,7% delle offerte nazionali), mentre i Millennials (18-35 anni) sono i candidati più attivi. E se la Lombardia rimane la regina in Italia, in classifica l’ Emilia-Romagna segue (con il 14,3%) talonata dal Veneto (13,3%). Il Lazio, unica regione tra le prime 10 a far segnare una contrazione delle offerte (-9,4% rispetto al 2015), si posiziona al quarto posto (8,2%), mentre a seguire troviamo Piemonte (8%), Toscana (7,2%), Marche (2,6%), Campania (2,5%), Puglia (1,8%) e, in decima posizione, il Friuli Venezia Giulia con l’1,7% del totale degli annunci.

La situazione in Emilia-Romagna

lavoro

lavoro

In Emilia-Romagna fra le province più attive, Bologna mantiene lo scettro di capofila regionale anche nel 2016, concentrando il 29,6% dell’offerta regionale, seguita da Modena (19% del totale), che fa registrare l’aumento più consistente (+36,5%), e da Parma con una quota del 13,4%. Completano il quadro le province di Reggio Emilia (12,1%), Forlì-Cesena (6,6%), Ravenna (5,4%), Piacenza e Ferrara (entrambe 5%) e Rimini (3,8%).

Il commento

Nonostante l’incertezza riguardante il termine delle misure legislative e degli incentivi fiscali, anche nel 2016 abbiamo assistito a una performance positiva del numero delle offerte di lavoro. Il Jobs Act ha dato un impulso significativo all’apertura di nuove posizioni in azienda, ma è fondamentale che le riforme sul diritto del lavoro proseguano per accrescere la dinamicità del mercato nei prossimi anni” dichiara Eva Maggioni, Head of Field Sales & Customer Service di InfoJobs. “Il nostro punto di osservazione privilegiato sulle dinamiche tra domanda e offerta di lavoro ci consente di essere fiduciosi su un buon andamento del mercato del lavoro anche nel 2017 e di prevedere che le ricerche saranno sempre più indirizzate verso profili con caratteristiche di flessibilità e innovazione: questi talenti sono fondamentali per l’evoluzione ed il successo delle aziende in uno scenario estremamente competitivo”.

Related News

Comments are closed