Indagine per scoprire il rapporto degli studenti cesenati con la musica

(Sesto Potere) – Cesena – 7 giugno 2017 – Nell’anno che Cesena dedica alla musica, un’indagine fotograferà  il rapporto dei ragazzi cesenati con le sette note.  Un’operazione significativa non solo per la città, ma a livello nazionale, se è vero che  in Italia non esistono statistiche relative a questo ambito, e gli ultimi dati Istat sulle abitudini degli italiani nel tempo libero (e quindi anche alle abitudini musicali) risalgono all’ormai lontano 1999.  

digital-music-player

digital-music-player

L’indagine, avviata già da alcuni mesi, è promossa da Adagioassai (soggetto privato impegnato nella formazione musicale di base e nella divulgazione della cultura musicale, guidato da Gaia Zappi) in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cesena.

La sperimentazione iniziale è stata effettuata in una classe prima del liceo linguistico “Ilaria Alpi” grazie alla disponibilità della dirigente scolastica Simonetta Bini e della professoressa Claudia Macori, impegnata in un progetto di potenziamento musicale all’interno dell’istituto.
Del resto, come afferma la preside Bini: “La musica è essenzialmente cultura, sapere reticolare, interdisciplinare, capace di illuminare gli altri saperi dei quali a sua volta riceve continuamente luce: questi obiettivi sono pienamente in sintonia con gli studi al Liceo linguistico”.

museo-e-musica

museo-e-musica

Ma poi l’iniziativa si è estesa a quasi tutti gli istituti superiori della città, con la distribuzione a circa 2000 studenti delle prime classi di un approfondito questionario (circa 100 quesiti) sui loro comportamenti musicali. Questa fase dell’indagine si concluderà con la fine dell’anno scolastico, con la raccolta di tutti i questionari distribuiti.   Si aprirà poi la fase di elaborazione, che sarà curata dall’esperta di studi statistici Luisa Battistini (a cui si deve anche la messa a punto del questionario).

musica in auto

musica in auto

Negli intenti dei promotori, la successiva analisi dei dati così raccolti costituirà il punto di partenza per una riflessione utile a identificare strategie educative, formative e culturali, nonché occupazionali in favore dei giovani.
I risultati dell’indagine confluiranno in una pubblicazione che verrà presentata ufficialmente alla città a fine novembre. L’incontro sarà una delle punte di diamante di una tre giorni dedicata alla ricca scena musicale del cesenate, senza esclusione di generi: dal classico al rock, pop, etno e tradizionale.

Related News

Comments are closed