Il Comune di Ravenna “InDifesa”

(Sesto Potere) – Ravenna – 12 ottobre 2017 – Uno striscione arancione sul balcone del municipio con la scritta “11 ottobre – Giornata mondiale delle bambine e delle ragazze”. E’ il segno visibile dell’adesione del Comune alla giornata voluta dall’Onu e alla campagna “Indifesa” di Terre des Hommes lanciata sei anni fa proprio per questa occasione. Terre des Hommes è un’ong che da oltre cinquant’anni è impegnata nella protezione dell’infanzia, membro della coalizione internazionale Girls Not Brides (Bambine, Non Spose) e dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), organizzazione leader in Italia nella promozione e protezione dei diritti delle bambine e delle ragazze.

STRISCIONE IN DIFESA

STRISCIONE IN DIFESA

Lo striscione, che rimarrà esposto dall’11 al 19 ottobre, non è l’unico elemento tangibile dell’impegno dell’amministrazione nella diffusione di una cultura del rispetto e che prevenga la violenza e le discriminazioni di genere, a partire dai giovani. Con una delibera di giunta ha anche deciso di aderire al manifesto “Indifesa” per una città a misura delle bambine e delle ragazze e di promuovere attività di sensibilizzazione rivolte alla cittadinanza. Tra queste l’organizzazione di una iniziativa pubblica in collaborazione con Casa delle donne di Ravenna, prevista per giovedì 19 ottobre alla sala D’Attorre, con il presidente di Terre des Hommes, Raffaele Salinari, proprio per promuove la campagna “Indifesa”.

All’incontro saranno presenti l’assessora alle Politiche e cultura di genere, Ouidad Bakkali, e la giornalista Carla Baroncelli, della Casa delle donne. Sarà l’occasione per Salinari, medico ed esperto in cooperazione internazionale, di presentare il dossier 2016 sulla condizione delle bambine nel mondo.

I dati che si riferiscono all’Italia sono preoccupanti perché evidenziano un aumento dei casi di abusi sessuali sui bambini, circa due al giorno. L’anno scorso sono stati 5.383 i minori vittime di violenza, non

abusi sull'infanzia

abusi sull’infanzia

solo sessuale, +6% rispetto al 2015. Sei su dieci riguardano le bambine. Nel dossier sono riportati anche i dati di un’indagine che ha coinvolto 1.600 ragazzi e ragazze tra i 14 e i 19 anni dal tema “Viaggio tra gli adolescenti italiani: tra violenza di genere, stereotipi sessisti e navigazioni pericolose”.

Proprio ai giovani studenti è rivolta un’ulteriore attività di sensibilizzazione, come previsto nel Piano dell’offerta formativa per l’anno scolastico 2017/2018 del Comune: diffondere e attuare i progetti educativi e formativi di educazione alle differenze e prevenzione della violenza di genere.

“Abbiamo accolto con impegno l’invito di Terre des Hommes – spiegano il sindaco Michele de Pascale e l’assessora Bakkali – perché portare l’attenzione sui diritti negati delle bambine e delle ragazze significa fare un passo verso il raggiungimento della parità di genere, l’emancipazione e l’autostima delle future donne, così come indica l’Agenza 2030 per lo sviluppo sostenibile a cui anche l’Italia ha aderito. Un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità che punta a rompere il ciclo della povertà e offrire migliori opportunità di vita a migliaia di bambine e ragazze nel mondo. Noi desideriamo fare la nostra parte facendo conoscere questa giornata e coinvolgendo i giovani in progetti di inclusione”.

Related News

Comments are closed