Il biotestamento e’ legge, ok definitivo del Senato

(Sesto Potere) – Roma – 14 dicembre 2017 – Oggi l’Assemblea di Palazzo Madama ha approvato in via definitiva, con 180 voti favorevoli, 71 contrari e sei astenuti il disegno di legge – già approvato dalla Camera dei deputati – in materia di consenso informato e disposizioni anticipate di trattamento, si tratta del cosiddetto: biotestamento.

SENATO / FOTO ANSA/ALESSANDRO DI MEO

Il testo disciplina il consenso informato del paziente ai trattamenti sanitari ed agli accertamenti diagnostici ed introduce l’istituto delle disposizioni anticipate di volontà in materia nonché lo strumento della pianificazione condivisa delle cure.

Nell’ordinamento vigente, il vincolo del consenso del paziente è posto, in primo luogo, dall’art. 32 della Costituzione: quest’ultimo fissa il principio di volontarietà dei trattamenti sanitari, subordinando l’eventuale carattere obbligatorio di un trattamento ad un’eccezionale disposizione di rango legislativo, la quale “non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana”.

In termini analoghi, l’art. 3 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea prevede che, nell’àmbito della medicina e della biologia, sia rispettato il consenso libero e informato della persona, secondo le modalità definite dalla legge.

Inoltre, il principio del consenso informato (per gli interventi nel settore sanitario), espresso da parte del paziente o, in casi specifici, da un proprio rappresentante o da un altro soggetto o autorità, è disciplinato dalla convenzione di Oviedo del 4 aprile 1997; tale convezione (oggetto di autorizzazione alla ratifica da parte della L. 28 marzo 2001, n. 145) non è stata al momento ratificata dall’Italia.

Related News

Comments are closed