Ferrara, emesse 7mila fatture elettroniche

(Sesto Potere) – Ferrara – 9 gennaio 2018 – E’ attivo il servizio di fatturazione elettronica della Camera di commercio di Ferrara per regolare i rapporti tra imprese. La piattaforma https://fatturaelettronica.infocamere.it dedicata alle piccole e medie imprese si arricchisce, dunque, di nuove funzionalità per consentire loro di effettuare online la compilazione, l’invio e la conservazione delle fatture, a costo zero, indipendentemente dal loro numero, non solo verso la Pubblica amministrazione ma anche verso le imprese.

fattura-elettronica

“E’ questo un ulteriore passo avanti per semplificare nel concreto la vita delle imprese attraverso la digitalizzazione”. E’ quanto sottolinea il presidente della Camera di commercio, Paolo Govoni, che aggiunge: “Il digitale rappresenta una delle nuove funzioni innovative affidate alle Camere di commercio dalla recente riforma del sistema camerale e su questa strada ci stiamo impegnando per supportare i principali progetti nazionali, dall’Agenda Digitale Italiana al Piano impresa 4.0. Ricordo, al riguardo, che a partire dal 19 dicembre scorso e fino al 9 febbraio prossimo le micro, piccole e medie imprese ferraresi di tutti i settori economici possono presentare domanda alla Camera di commercio per ottenere un contributo (fino a un massimo di 10.000 euro) a sostegno di progetti volti a introdurre soluzioni per la manifattura avanzata e additiva, la cybersicurezza, sistemi di e-commerce e di pagamento mobile, la fidelizzazione della clientela e l’automazione dei processi”.

Tra ottobre 2014 e novembre 2017 ha superato quota 7mila il numero delle fatture elettroniche emesse verso la Pubblica amministrazione dalle 694 imprese ferraresi che, ad oggi, hanno utilizzato il servizio. Sono soprattutto le imprese di piccole dimensioni – ricorda l’Ente di Largo Castello – ad aver fruito dei vantaggi della piattaforma per la fatturazione elettronica: 6 aziende su 10 non superano il milione di euro di fatturato, 8 su 10 hanno meno di 15 dipendenti e 6 su 10 sono società a responsabilità limitata.

Per accedere basta inserire nel dispositivo in uso la propria Carta Nazionale dei Servizi (CNS), che potrà essere utilizzata anche per apporre la firma digitale al fine di garantire l’autenticità dell’origine e l’integrità del contenuto verso il destinatario della fattura.

Related News

Comments are closed