Elezioni, per 38,3% italiani tv punto di riferimento per decidere chi votare

(Sesto Potere) – Roma – 1 febbraio 2018 – Il 75,3% degli italiani mal sopporta la volgarità/turpiloquio presenti in Tv, ma il 38,3% la userà per farsi un’idea e decidere chi votare. Per farsi un’idea ed esprimere il proprio voto la Tv è un punto di riferimento (38,3%), ma un elettore su 5 sa   già chi voterà.

elezioni-timbro

Questo uno dei dati che emerge nel Rapporto Italia 2018 a cura dell’ Euripes.

L’aspetto più negativo della Tv, secondo l’opinione degli italiani, è la volgarità/turpiloquio (75,3%), la larga maggioranza stigmatizza anche le persone che litigano nei talk show/reality show (60,9%) e quelle che parlano di questioni intime e private nei talk show (60,7%).

I ragazzi sono i meno infastiditi da contenuti forti o sgradevoli.

Sui Social Network , invece, “viaggia” il 60% degli italiani, anche per rimanere informati su quel che accade (80,5%).

“Nel dibattito corrente – commenta il presidente dell’Eurispes, Gian Maria Fara – usiamo spesso, come abbiamo accennato, espressioni come “cambiamenti strutturali”, “crisi strutturali”. Ma, se vogliamo davvero uscire dalla retorica che tutto uniforma, copre e nasconde e se vogliamo invece assumerci la resposabilità che l’uso di queste parole comporta ed aiutare davvero il nostro Paese a recuperare una

tv

fiducia condivisa nel futuro, dovremmo piuttosto fermarci e misurare il valore della nostra cultura, del nostro pensiero, della nostra etica sullo scenario che vorremmo realmente costruire, sull’idea del futuro che abbiamo in mente e che vorremo realizzare. Noi non troviamo – questa è la nostra idea – un sistema valoriale ed orientativo migliore di quello iscritto nella Costituzione italiana, purché si abbia il coraggio di reinterpretarla e soprattutto di operare scelte che consentano di vivere concretamente i suoi princìpi alla luce dei cambiamenti in atto”.

Related News

Comments are closed