Crescono le città bike friendly in Italia: Emilia Romagna regione regina

(Sesto Potere) – Bologna – 19 ottobre 2018 – Crescono città bike friendly e una sempre maggiore attenzione alla ciclomobilità anche in Italia. I frequent biker taliani, ovvero coloro  che utilizzano sistematicamente la bici per coprire il tragitto casa-lavoro, sono 743.000, con percentuali elevatissime nella provincia autonoma di Bolzano (il 13,2% degli occupati raggiunge il luogo  di lavoro in bici), in Emilia Romagna (7,8%) e in Veneto (7,7%).

bicicletta

Mentre 12 città italiane raggiungono performance di ciclabilità qualitativamente analoghe a quelle di altre realtà europee. In quattro di queste in particolare – Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso – più di un quarto della popolazione pedala per i propri spostamenti quotidiani per motivi di studio, lavoro e svago.

Questo emerge  da L’A Bi Ci – 2° Rapporto Legambici sull’economia della bici in Italia – Legambiente – in collaborazione con VeloLove e GRAB+.

Contestualmente, Legambiente ha presentato il primo report sul PIB – il Prodotto Interno Bici – realizzato nel 2017. Una ricerca inedita, la prima del genere in Italia, che ha permesso di misurare effetti diretti e indiretti degli spostamenti a due ruote e rendicontare qual è la ricchezza prodotta in un anno dalla pedalatori spa.

L’analisi ha offerto risultati incoraggianti, soprattutto se si considera che tra i mezzi di trasporto la bici è ancora la cenerentola, utilizzata solo dal 3,6% della popolazione.
Ebbene l’insieme degli spostamenti a pedali genera un PIB di 6.206.587.766 euro, somma della produzione di bici e accessori, delle ciclovacanze e dell’insieme delle esternalità positive generate dai biker (come risparmio di carburante, benefit sanitari o riduzione di emissioni nocive).
Per dare un’idea della consistenza di questo capitale, si pensi ad esempio che i 6,2 miliardi di cicloproventi superano nettamente i ricavi dell’export del vino, uno dei prodotti made in Italy maggiormente apprezzati all’estero, o che
doppiano il fatturato della modenese Ferrari.

È stato inoltre quantificato l’ammontare dei benefici annuali in euro prodotti da ogni singolo chilometro di ciclabile

bici ciclabile

nelle città dove almeno il 20% degli spostamenti viene effettuato in bici.

6.206.587.766 euro è il fatturato generato dall’insieme degli spostamenti a pedali in Italia. Un valore straordinario se si pensa che è conseguenza di una diffusione ancora assai limitata della bici come veicolo per la mobilità
(usa sistematicamente la bici per i propri spostamenti appena il 3,6% della popolazione) e che il settore cicloviaggi – che potrebbe dare un contributo straordinario al turismo considerando la grande bellezza espressa dalle nostre città, dai nostri borghi e dal nostro paesaggio – è ancora troppo poco sviluppato.

Le città che hanno risposto (anche in modo parziale) al questionario sono 84, pari a circa l’80% dei comuni capoluogo di grandi (>200.000 abitanti) e medie dimensioni e il 70% di piccole dimensioni (<50.000 abitanti). Sono stati raccolti dati quantitativi sul modal share, sulle ciclabili e sulla loro tipologia, sulle strade a velocità
moderata, sulle isole ciclopedonali e sulle zone a traffico limitato.

Related News

Comments are closed