Camera deputati

Con il “Rosatellum” non c’è maggioranza alla Camera: simulazione Demopolis

(Sesto Potere) – Roma – 13 novembre 2017 – Nei giorni dell’approvazione al Senato della nuova legge elettorale, l’Istituto Demopolis ha realizzato per il programma Otto e Mezzo una simulazione sull’attribuzione dei seggi in Parlamento con il “Rosatellum”.

aula_camera_da_presidenza

aula_camera_da_presidenza

Secondo l’analisi dell’Istituto diretto da Pietro Vento, Lega, Forza Italia e FdI porterebbero nel complesso a Montecitorio 246 deputati, il Movimento 5 Stelle 168; il Partito Democratico con il Centro Sinistra 180, MdP-SI 24.

Ma chi guadagna e chi perde con la nuova legge elettorale? Una cosa è certa: con il “Rosatellum” resta lontana una possibile maggioranza alla Camera

In base alla simulazione di Demopolis, il vantaggio maggiore sarebbe per il Centro Destra, che otterrebbe 25 seggi in più rispetto a quelli che avrebbe ottenuto con il Consultellum. Una leggera crescita di appena 4 deputati ci sarebbe anche per il Centro Sinistra. Più penalizzati dalla nuova legge elettorale risulterebbero il M5S, con 15 seggi in meno, e la Sinistra che perderebbe 14 deputati rispetto al proporzionale puro.

“Se appare positiva l’uniformità del sistema di voto tra Camera e Senato, il Rosatellum – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – non sembra invece garantire la futura governabilità del Paese. Con le attuali stime di voto, anche la coalizione più forte, quella di Centro Destra, con 246 seggi, resta ben distante dalla maggioranza assoluta di 316 seggi a Montecitorio”.

L’ultimo Barometro Politico dell’Istituto Demopolis vede il M5S al 28%, il PD al 26,5%, la Lega al 15,3 e Forza Italia al 14%. Più distanti, ma sopra la soglia di sbarramento, MdP-SI al 6% e FdI al 4,7%.

Con la nuova legge elettorale torna rilevante, per l’assegnazione dei seggi nella quota uninominale, anche la forza delle coalizioni. I partiti di Centro Destra otterrebbero insieme il 35%, superando di circa 4 punti la coalizione di Centro Sinistra, posizionata al 31%. Il M5S avrebbe il 28%, la Sinistra da sola il 6%.

Nota informativa

La simulazione è stata effettuata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento, per il programma Otto e Mezzo (LA7).

Related News

Comments are closed