scritte nei muri a bologna

Bologna, al via l’operazione “Muri puliti”

(Sesto Potere) – Bologna – 10 ottobre 2017 – Risveglio del senso civico della città. Una serie di iniziative messe in campo dall’Amministrazione comunale, annunciate nei giorni scorsi dal Sindaco Virginio Merola, per rilanciare il senso civico dei cittadini per la bellezza di Bologna.

scritte nei muri a bologna

scritte nei muri a bologna

Il commento

“Abbiamo messo in campo una serie di iniziative per contrastare il cosiddetto vandalismo grafico – ha spiegato in conferenza stampa Riccardo Malagoli, assessore Sicurezza, Polizia Municipale, Lotta al degrado del Comune di Bologna – Proseguiremo poi con la lotta all’abbandono dei rifiuti raddoppiando il numero delle telecamere che sanzioneranno chi adotta questi comportamenti incivili. La Polizia Municipale di Bologna farà inoltre una campagna di contrasto nei confronti di una serie di infrazioni e reati, gli agenti intensificheranno i controlli per sanzionare chi getta rifiuti in terra, chi non rispetta il codice della strada e chiunque crei pericoli. Il nostro intento non è multare, ma risvegliare il senso civico nei confronti della nostra città”.

Operazione “Muri puliti e protetti”

E’ il nuovo progetto del Comune di Bologna che prevede l’erogazione di un contributo, per un totale di 235 mila euro, a fondo perduto per i privati a parziale copertura dei costi che vengono sostenuti. E’ l’ultima, in ordine di tempo, tra le azioni che l’Amministrazione Comunale ha messo in campo per contrastare il cosiddetto vandalismo grafico: in totale l’impegno del Comune è di circa 500mila euro derivanti dalla tassa di soggiorno.

Virginio Merola

Virginio Merola

Un avviso pubblico regolerà le richieste dei cittadini che potranno essere presentate dagli amministratori di condominio o, se l’amministratore non c’è, da un proprietario che abbia la delega degli eventuali comproprietari. I fondi a disposizione saranno ripartiti tra centro e periferia e, considerata l’incidenza del fenomeno nel centro cittadino, saranno 185 mila i contributi a favore di immobili che si trovano in centro storico e 50 mila euro i contributi per immobili che si trovano fuori dalla corona centrale. Le richieste di contributo saranno valutate in base all’ordine di presentazione e accolte fino ad esaurimento delle risorse disponibili. Ogni richiesta sarà valutata entro un mese da quando viene ricevuta e il beneficiario avrà l’obbligo di iniziare il primo intervento di pulizia e protezione dei muri entro tre mesi da quando viene accolta, pena la decadenza del contributo. Un altro degli aspetti che caratterizzano questo nuovo progetto è quello dell’impegno a effettuare per i successivi due anni, interventi di pulizia nel caso di ricomparsa di vandalismi grafici.

Interventi in atto

scritte nei muri a bologna 2

scritte nei muri a bologna 2

Oltre a “Muri puliti e protetti” prosegue l’impegno del Comune che ha inserito 85 mila euro nel contratto di Global service per il 2017 per gli edifici di proprietà e nella disponibilità del Comune per cancellare, tinteggiare e proteggere i muri e per rimuovere le scritte ingiuriose segnalate dalle autorità competenti.

Per quanto riguarda infine l’attività di supporto ai cittadini attivi che vogliono contribuire a mantenere più pulita la città, a partire dalle prossime settimane l’attività di rimozione del vandalismo grafico potrà essere estesa coinvolgendo nuovi volontari su tutti i quartieri grazie alla recente sottoscrizione di uno specifico contratto per il loro completo supporto. Il Comune metterà infatti a loro disposizione percorsi formativi, vernici, attrezzature ed ogni affiancamento necessario. Resta inoltre sempre aperta la possibilità, per i gruppi di cittadini che siano in grado di organizzare autonomamente le attività di pulizia dei muri della propria strada, di sottoscrivere un patto di collaborazione ed ottenere in tal modo sostegno per l’acquisto di quanto necessario.

Related News

Comments are closed