Attivi i medici di famiglia di Fiscaglia

(Sesto Potere) – Ferrara, 21 maggio 2018 –  Presentata venerdì  scorso la nuova Medicina di Gruppo “Fiscaglia” che si è costituita grazie alla collaborazione di 4 Medici di Famiglia del Comune di Fiscaglia: Stefano Grandi, Marco Vaccari, Giovanna Pennacchio,  Raffaella Giagnorio.  I medici di famiglia di Fiscaglia sono operativi nella nuova sede che si trova al primo piano della Struttura Sanitaria di Via Fiorella 8/A a Migliarino. 

medici di famiglia di Fiscaglia

Nasce così un nuovo servizio per gli assistiti dei quattro medici (sono più di 7500 i loro assistiti ) che potranno sperimentare la nuova organizzazione della medicina di Gruppo. Le cartelle sanitarie dei pazienti seguiti dai diversi medici sono infatti in condivisione e in questo modo, ogni medico potrà sempre conoscere le condizioni dei pazienti , anche se non sono suoi assistiti in caso di sostituzione. La nuova Medicina di Gruppo, integrata con quella in rete, permetterà alla popolazione del territorio di Fiscaglia di avere una assistenza continuativa di 9 ore nel corso della giornata: sette ore sono infatti garantite dai medici della medicina di gruppo e le restanti due ore dai medici che si turneranno nell’Ambulatorio di Nucleo di Cure Primarie, già operativo dal 2012.

Grande soddisfazione da parte del Direttore Generale dell’Azienda USL, Claudio Vagnini, che ha partecipato all’inaugurazione della nuova medicina di Gruppo insieme alla direttrice del Distretto Sud est, Romana Bacchi, al direttore del Dipartimento di Cure primarie, Sandro Guerra, ai medici di Famiglia e al Sindaco di Fiscaglia, Sabina Mucchi.

Siamo arrivati finalmente a conclusione di un progetto che darà l’opportunità ai medici di lavorare insieme come ormai è prassi, Claudio Vagnini, direttore Generale dell’Azienda USL- ha poi voluto sottolineare come questo,  nell’ambito della medicina primaria, sia un cambio culturale importante. I pazienti dei medici che fanno parte della medicina di Gruppo troveranno un punto di riferimento continuo, questo passaggio diventa una ulteriore condizione di sicurezza nella presa in carico e continuità assistenziale.

Queste  forme di medicina di Gruppo danno risposte di primo livello di assistenza più organizzata in quanto hanno condizioni importanti che permettono ai medici di agire in forma integrata. Romana Bacchi – direttrice del Distretto Sud Est, ha evidenziato come il  lavorare nello stesso luogo per i medici permetterà infatti una maggiore  integrazione e quindi una migliore presa in carico e anche per i cittadini vi saranno maggiori opportunità con una unica struttura sanitaria a cui fare riferimento e con la possibilità di usufruire di nuovi servizi.

Si avrà infatti in questo modo anche l’opportunità di dare avvio a nuovi percorsi di presa in carico per patologie anche più complesse. Sandro Guerra , direttore del Dipartimento di Cure Primarie, insieme a Micaela Pandini, responsabile Assistenziale per le cure primarie hanno poi evidenziato che, oltre a potenziare la presa in carico delle patologie croniche, saranno potenziate anche le attività infermieristiche durante la mattina per fare prelievi, iniezioni, elettrocardiogramma e educazione alla salute. Vi sarà inoltre la disponibilità di un operatore amministrativo per le funzioni di segreteria e per gli appuntamenti.

L’assistenza medica

I medici di Medicina Generale a rotazione garantiscono l’apertura dell’ambulatorio, con orario coordinato durante la giornata dal lunedì al venerdì. Con questa modalità organizzativa viene così aumentata la fascia oraria di disponibilità dell’assistenza medica. Inoltre il modello organizzativo permette ai Medici di prendere visione delle cartelle cliniche dei pazienti in maniera condivisa.

Il medico è a disposizione degli assistiti per visite ambulatoriali ordinarie ed urgenti, ricettazione farmaci, certificazioni di malattia, prestazioni di particolare impegno professionale non differibili, consulenze e/o richieste con medico di guardia o pronto soccorso per la gestione di casi urgenti. Alla Medicina di Gruppo possono accedere tutti gli assistiti dei Medici che fanno parte della  Medicina di Gruppo. I medici si avvalgono inoltre di personale infermieristico per le prestazioni assistenziali.

Related News

Comments are closed